In cartellone * Copa la vecia! * Stampa       Login      
 
• Scheda • Immagini • Stampa • Video

 



IL DEBUTTO. Stasera (già esaurito) e domani allo Spazio Bixio di Vicenza, diretto da Piccoli

Nautilus Cantiere naviga nel dialetto
E rilegge in vicentino “La zuppiera”

Il titolo è “Còpa la vecia”, un divertente gioco teatrale per eliminare la pestifera Nena che eredita il podere

VICENZA
«Una serata all’insegna della spontaneità, dell’improvvisazione e del disimpegno. Una serata dedicata al divertimento più semplice, per lasciare il dramma dove lo affrontiamo sempre: nella realtà di tutti i giorni». È un invito alla leggerezza quello lanciato da Piergiorgio Piccoli per il debutto del nuovo lavoro di Nautilus Cantiere Teatrale di Vicenza, formazione amatoriale che l’attore e regista vicentino segue fin dalla fondazione (quando si staccò da La Trappola) e che oggi alle 21 (con replica domani, stessa ora) allo Spazio Bixio di via Mameli a Vicenza, presenterà la sua nuova produzione “Copa la vecia!”. Si tratterà di un doppio debutto, visto che il gruppo affronterà per la prima volta un testo in dialetto. La pièce nasce come una rilettura dialettale de “La zuppiera” di Robert Lamoreaux, firmata dallo stesso Piccoli con la collaborazione di Gigliola Zoroni. Sul palco, oltre alla Zoroni, saranno impegnati Daniele Berardi, Laura Milan, Gilda Pegoraro, Paolo Maneschi, Giorgia Casagrande, Francesco Pignatiello e Federico Farsura. La “vecia” a rischio è la pestifera Nema, avara, irosa e decisamente sbadata. È lei ad aver ereditato il podere di famiglia e quando il fratello Pippo, ridotto sul lastrico, le chiede di vendere la proprietà per sistemare le sue dissestate finanze, non ne vuol nemmeno sentir parlare. Convinti dalla sinistra cameriera Viviana, Pippo e la moglie decidono allora che l’unico modo per risolvere la questione è togliere di mezzo Nena… per sempre. Ma dopo una serie di maldestri tentativi, i due pensano di utilizzare i servizi di un professionista. Ed è a questo punto che si imbocca una strada imprevedibile, resa ancora più frizzante da una girandola di strampalati personaggi: tutti loro, spiega la compagnia, saranno «catapultati in avvenimenti che mettono in ridicolo i “cattivi” nella loro aggressività, nella loro cupidigia e in tutti quegli istinti omicidi che, fatti i conti con il buon senso ed i freni inibitori, possono alla fine risultare patetici e goffi, impossibili da rendere reali rispetto alle fantasticherie che li precedono». Biglietti 10 e 8 euro, stasera già esauriti. A.A.
 


IL GIORNALE DI VICENZA – 19 Gennaio 2016
NOVITÀ. Al Bixio

Copa la vecia di Nautilus al debutto il 6 febbraio

Prima assoluta, sabato 6 febbraio alle 21 allo Spazio Bixio di via Mameli a Vicenza, per “Copa la vecia”, commedia interpretata dagli attori della compagnia Nautilus Cantiere Teatrale e diretta da Piergiorgio Piccoli.
Versione dialettale (curata dallo stesso Piccoli) de “La zuppiera” di Robert Lamoreaux, la piece ha come protagonista una famiglia di origini contadine, le cui proprietà sono state ereditate dalla vecchia, scorbutica e avara Nena. Suo fratello Pippo, in gravi difficoltà economiche per via di un cattivo investimento, vorrebbe vendere i beni appartenuti alla famiglia, ma Nena rifiuta. La cameriera Viviana convince allora Pippo e sua moglie ad uccidere la vecchia testarda, ma i maldestri tentativi dei due non portano a nulla. Niente di meglio, allora, che assoldare un killer professionista, ma un misterioso gentiluomo napoletano, coinvolto nel progetto omicida, dà alla vicenda una direzione inattesa.
Sul palco Gigliola Zoroni, Daniele Berardi, Laura Milan, Gilda Pegoraro, Paolo Maneschi, Giorgia Casagrande, Francesco Pignatiello, Federico Farsura. Info nel sito www.spaziobixio.com. A.A.
© 2011 Nautilus Cantiere Teatrale - P.I. 03539850242 Condizioni d'Uso    Dichiarazione per la Privacy Wizard